Il Catamarano della Salute 2015

Catamarano della Salute 2015

Anche l’edizione 2015 del Catamarano della Salute è volta al termine lasciandoci felici ed entusiasti per il successo ottenuto. Quest’anno infatti la campagna sociale itinerante di informazione e prevenzione dermatologica è tornata per un doppio evento.

Domenica 13 Settembre il Catamarano della Salute è approdato nella splendida cornice di San Benedetto del Tronto. Le Dermatologhe Lucia Villa e Adele Sparavigna hanno messo a disposizione la propria esperienza fornendo utili consigli su come beneficiare dei raggi del sole senza mettere a rischio la salute della pelle. Tutti i partecipanti sono stati inoltre omaggiati di una visita a bordo: tramite la compilazione di una scheda clinica computerizzata è stato possibile ricevere indicazioni personalizzate di cura e trattamento.

Ma c’è di più…

Da sempre incentrato sull'importanza di una corretta esposizione ai raggi solari, quest’anno il Catamarano della Salute ha deciso di allargare i propri orizzonti, perchè la salute della pelle non passa solo per la fotoprotezione. Sono infatti in costante crescita le evidenze scientifiche che mostrano il profondo collegamento tra l’alimentazione e la pelle.

E quale occasione migliore per esporre tematiche così importanti se non a EXPO 2015, evento di portata globale legato al mondo dell'alimentazione.

Lunedì 14 Settembre presso il cluster “Cereali e Tuberi”, il Catamarano della Salute, ha abbandonato temporaneamente l’ambiente marino per affrontare l’incontro sul tema “Dieta mediterranea e….pelle”. Grazie all’intervento della Dermatologa Adele Sparavigna, del Gastroenterologo Riccardo Marmo e dell’Ingegnere Biomedico Clinico Pierluigi Sirignano si è discusso di Dermatologia e Nutrizione sotto nuovi aspetti e prospettive, attraverso il supporto delle più recenti scoperte scientifiche e tecnologiche per scoprire l’alimentazione del futuro.

Orgogliosi di aver attivamente partecipato all’evento dell’anno, siamo carichi per una nuova avventura!

 

Un ringraziamento speciale a Molino Varvello e Pastificio Moro per averci gentilmente ospitato nel loro stand all’interno del cluster!


Risultati il Catamarano della Salute 2013: gli italiani amano il sole ma non sono ancora sufficientemente attenti alla protezione

L' edizione 2013 del Catamarano della Salute si è svolta dal 6 al 20 Luglio. L'evento, anche quest'anno è stato seguito da numerosi simpatizzanti. 14 giorni di navigazione nel Tirreno, 7 incontri divulgativi presso circoli nautici ed eventi in piazza, centinaia di partecipanti. Calorosa l' accoglienza da parte delle autorità locali, dei circoli ospitanti l'iniziativa, curiosità e partecipazione da parte dei cittadini delle località raggiunte, buoni riscontri dalla stampa nazionale e locale.

Il nostro campione

Durante gli incontri nelle località campane e laziali raggiunte sono stati distribuiti i questionari da noi elaborati con l'obiettivo di indagare le abitudini al sole degli italiani. 212 persone hanno risposto alle nostre domande, di cui circa due terzi donne.

Grande partecipazione agli incontri divulgativi da parte della popolazione adulta: quasi un terzo riportava difatti un'età superiore ai 36 anni (73,56% dei rispondenti). In particolare, le persone che più hanno aderito all'iniziativa sono coloro con età compresa dai 46 ai 55 anni. Purtroppo, si riscontra una bassa partecipazione da parte dei giovani: a riportare un' età inferiore ai 25 anni è solo il 15,38%.

Le abitudini al sole

Gli italiani amano il sole, ma non sono ancora sufficientemente attenti alla protezione. Malgrado una maggioranza virtuosa, ancora una cifra considerevole di connazionali non si protegge: ben il 22,75% dei rispondenti dichiara difatti di non far alcun uso di prodotti solari. Ciò che preoccupa, è la totale mancanza di protezione nonostante la presenza riportata di danni solari, patologie dermatologiche pregresse anche rilevanti, lesioni precancerose cutanee ed addirittura carcinomi e melanoma. Ciò lascia supporre, per tali soggetti, una mancata o insufficiente informazione da parte del dermatologo e/o medico curante, il quale dovrebbe al contrario rivestire un ruolo decisivo nell’informazione preventiva, fondamentale per suggerire prodotti e comportamenti più corretti.

La scelta del fattore di protezione solare (FPS) dovrebbe dipendere non solo dalle condizioni di esposizione, ma, in particolar modo, dal proprio fototipo cutaneo: tra i più prudenti, solo il 37,74 % ricorda la marca utilizzata del solare e, cosa ben più scoraggiante, solo il 26,42% il fattore di protezione; cifre indicative della scarsa attenzione posta all’etichetta prima dell’acquisto e della scarsa conoscenza dell’importanza di una fotoprotezione che sia personalizzata, secondo le proprie caratteristiche cutanee. Stando ai dati raccolti, il fototipo più frequente, valutato secondo la classificazione di Cesarini, è quello di tipo 4, al quale appartengono le persone con pelle chiara/scura, capelli castani, occhi scuri/verdastri, che al sole si ustionano leggermente e si abbronzano gradualmente (più di un terzo delle persone rispondenti a tale item, 77, ossia il 38,89%). Ricorrente anche il fototipo 5, tipico delle persone con pelle scura, capelli castano scuro, occhi scuri, che al sole si abbronzano sempre bene e si ustionano raramente, indicato da 54 persone (27,27% dei rispondenti). A seguire: il 3 (soggetti con pelle chiara, capelli biondi/castani, occhi grigi/azzurri, che al sole si ustionano facilmente e si abbronzano con difficolità), il 6 (soggetti con pelle scura, capelli ed occhi scuri, che al sole si ustionano molto raramente e si abbronzano molto facilmente) ed il 2 (soggetti con pelle lattea, capelli rossi/biondi, occhi chiari, che al sole si ustionano sempre facilmente e si abbronzano con difficoltà). Una sola persona appartiene al fototipo 7, nessuno a quello di tipo 1. La maggior ricorrenza del fototipo 4 è evidentemente legata alla provenienza delle persone, centro e sud Italia.

Il solare ideale? Per il nostro campione, dovrebbe essere efficace, permettere una sana abbronzatura ed essere facilmente assorbibile. Pochissimi desiderano che non faccia abbronzare la pelle. L'utilizzo del solare, se adatto al proprio fototipo, consente alla pelle di abbronzarsi in maniera graduale ed uniforme, senza pregiudicare affatto il raggiungimento e la qualità della tintarella: dai nostri risultati, il luogo comune “maggiore protezione, minore abbronzatura” sembrerebbe finalmente sfatato! La formulazione preferita è decisamente quella in crema e spray, quelle gel e stick le meno apprezzate.

Le persone dai 46 ai 55 anni, sono quelle che più badano alla protezione, sia in maniera costante che saltuaria. L’uso dei solari cresce progressivamente dai 18 anni fino a tale fascia, dopodiché inizia a calare: l’uso meno ricorrente si registra difatti per le persone dai 75 anni in poi. I giovanissimi al di sotto dei 18 anni li utilizzano più che i ragazzi nella fascia 18- 25, ma meno che i giovani adulti della fascia 26-35.

Gli italiani sembrano aver una buona attitudine alla protezione della pelle quando sono in vacanza, l' uso più frequente è difatti riportato in estate, quando al sole si trascorrono almeno due settimane. C’è però bisogno di favorire la cultura del sole in sicurezza in qualsiasi circostanza e luogo della quotidianità: molti rinunciano difatti all’applicazione dei filtri solari quando trascorrono del tempo libero all’aria aperta.

Il 42,65% non utilizza prodotti dopo-sole e ancor meno ricorrente è l'uso di integratori per conferire alla pelle anche una protezione solare intrinseca: solo il 22, 7% degli intervistati ne fa uso, specialmente tra i 46 ed i 55 anni. Come è comprensibile, l’uso meno diffuso di tali prodotti si registra infatti tra i soggetti con età inferiore ai 18 anni e superiore ai 75.

Una protezione solare insufficiente predispone a danni acuti ma anche cronici e di questo bisogna tenerne conto fin dalla tenera età, in quanto il danno solare che riceviamo lungo l'arco della vita si accumula. I danni solari maggiormente riscontrati sono la comparsa di macchie scure, segnalato in tutte le fasce d’età adulta, seguito dalla comparsa di rughe, sostanzialmente a partire dai 26 anni, e macchie chiare, problema segnalato anche tra i più giovani al di sotto dei 18 anni.

Ulteriori iniziative divulgative sono pertanto necessarie non solo nell'informare sulla dannosità delle radiazioni solari e i rischi per la pelle, ma nell'esporre in maniera chiara come proteggersi, indipendentemente dal fototipo e dal luogo di esposizione, mare o città che sia. In questo, il contributo dei dermatologi potrà rivelarsi sempre più fondamentale.


Edizione 2013

Tutti a bordo! Ritorna il "Catamarano della Salute"

Ritorna quest'estate il Catamarano della Salute, l'ambizioso progetto nato nel 2011 con l'intento di sensibilizzare la popolazione italiana sull' importanza di una corretta esposizione al sole e di una protezione che sia personalizzata secondo il proprio fototipo cutaneo e le caratteristiche della propria pelle. 
Mossi dal successo della prima edizione e dalla necessità di informare un pubblico sempre più ampio in merito ad un tema così importante e non sottovalutabile per la salute della pelle, dal 6 al 20 Luglio il Catamarano riprenderà a navigare per le acque del Mediterraneo. 
Quest'anno verrà coinvolto un nuovo e specifico target: i velisti. L'idea di avvicinarsi al mondo della vela nasce propriamente dalla necessità di informare coloro che per motivi professionali, sportivi e/o di leisure sono più esposti ai danni solari, in un ambiente particolare, quale quello marino.
Cuore dell' iniziativa saranno gli incontri divulgativi presso alcuni dei più famosi circoli nautici delle regioni Campania e Lazio, con la collaborazione della FIV, Federazione Italiana vela. Si costeggerà il sud Italia tra il golfo di Salerno, da cui partiremo, quello di Napoli e altre numerose località turistiche e balneari del Cilento. Prevista una grande affluenza, circa 750 ospiti e 170 sportivi. 

A breve gli aggiornamenti del nuovo e avventuroso viaggio che ci attende!  

Un personale sentito grazie va alle aziende che hanno creduto nel nostro progetto rendendo realizzabile l'idea, in particolare Bilboa e Somatoline Cosmetic per il loro contributo incondizionato. Sono inoltre riconoscente all' ISPLAD, a DDI (Donne Dermatologhe Italia) e all' AISP (Associazione Interdisciplinare per lo Studio della Psoriasi), che hanno concesso il loro Patrocinio e a quanti, tra Colleghi e Amici non ci hanno fatto mancare il loro apprezzamento ed hanno accettato di prestare il loro contributo professionale alla riuscita dell'iniziativa”.

Buon vento a tutti noi!

Adele Sparavigna

Edizione 2011

Benvenuti a bordo!

L'iniziativa “il catamarano della salute” da oggi diventa una realtà attraverso la messa online del suo blog.

Si tratta di un progetto ambizioso, che ha scopi divulgativi e di ricerca. Da un lato la sensibilizzazione della popolazione italiana sulla necessità di un’adeguata protezione solare, dall’altro la ricerca scientifica in condizioni di esposizione della pelle a condizioni ambientali impegnative, quali quelle che si incontrano durante la navigazione.

Un catamarano anzi “il” catamarano della salute solcherà i mari italiani e sosterà nei principali porti turistici offrendo valutazioni dermatologiche gratuite a quanti vorranno aderire all’iniziativa.

Durante la navigazione studieremo la cute, attraverso sofisticate apparecchiature di diagnostica non invasiva.

Lo studio dei parametri climatici e delle condizioni delle acque dei nostri mari ci forniranno ulteriori informazioni sul complesso rapporto tra la cute, l’organismo e l’ambiente circostante. Un’adeguata protezione solare deve essere sempre raccomandata dal dermatologo, in modo da prevenire danni a breve (eritema, fotodermatiti) e lungo termine (invecchiamento cutaneo precoce, cancro della pelle) derivanti da incaute esposizioni.

La materia è però complessa e controversa. Infatti, il sole esercita anche effetti benefici sulla pelle: psicologici, metabolici (ad esempio la conversione della vitamina D in forma attiva), addirittura terapeutici. E’ lecito quindi porsi delle domande. Sappiamo davvero tutto sul sole e sulla protezione solare? Qual è il modo migliore per proteggere la pelle? Qual è il ruolo dell’ambiente e quale quello dell’inquinamento sulla complessa interazione tra cute e sole? A questi e ad altri interrogativi cercheremo di trovare delle risposte grazie alla nostra iniziativa che quest’anno si svolgerà nel mese di giugno ma che diventerà un appuntamento fisso anche per i prossimi anni.


21 Responses to Il Catamarano della Salute 2015

  1. erika says:

    bellissimo sito…..bellissima iniziativa.
    complimenti!
     
    erika

  2. Davide says:

    Complimenti per la vostra utilissima campagna e per il sito!
    Navigando per il web ho letto che i raggi UV possono penetrare attraverso i vetri, è vero?
     
     

    • admin says:

      Ciao Davide,
      grazie di aver visitato il blog del Catamarano della salute e grazie per aver compreso l’importanza di scoprire come prevenire i danni dei raggi solari, la notizia che hai letto purtroppo è vera, per rispondere alle tue perplessità sull’argomento domani aggiungerò una news.
      Non esitare a chiedere per qualsiasi altro dubbio sull’impatto del sole sulla nostra pelle!

  3. Keane Burks says:

    Do you have a profile on facebook? I cannot seem to find Il catamarano della salute | campagna di sensibilizzazione sulle abitudini di esposizione al sole on the website and I would love to connect with you there. I like your writing style, thanks Keane Burks

  4. Complimentissimi…….Brava…..e avanti così|
    Ci si vede a Napoli anche se bisognerebbe cominciare a capire gli effetti della "munnezza" sulla pelle e non solo quelli del sole.
    Sappi comunque, che le radiazioni più dannose sono quelle dei politici nostrani che ci regalano solo promesse e tumori….

    A presto!

  5. Manuela says:

    Complimeti bellissima e lodevolissima iniziativa!!!
    Ho letto su un giornale che il 18/19 maggio siete ad Ischia, l'isola in cui vivo, volevo sapere esattamente in quale porto siete e se c'è bisogno di una prenotazione per effettuare uno screening- siamo io e mia figlia di 5 anni.Inoltre mi piacerebbe sapere le ore. Grazie infinite.

    • admin says:

      Ciao Manuela!
      Il catamarano della salute purtroppo non sarà a Ischia il 28/29 maggio, ma a Napoli, se ti vuoi prenotare dimmi quando volete venire (ti aspettiamo il 28 alle 10.00/13.00 15.00/19.00 e il 29 alle 11.30/13.30 15.00/18.00)

      • Manuela says:

        Grazie  per aver risposto, se c'è la possibilità vorrei venire con mia figlia e mio marito domenica 29 per le ore 11.30, ma vorrei sapere esattamente dove siete, in quale porto, Napoli beverello o mergellina? Attendo vostra cortese risposta e indicazioni circa la prenotazione. Grazie!!!

        • admin says:

          Cara Manuela, puoi venire nella sede di Mascalzone Latino, ma avremmo bisogno dei vostri nominativi per l’iscrizione al test

          • Manuela says:

            Gentilissima dottoressa, purtroppo per problemi di turno lavorativo di mio marito, non possimao più venire domenica, bensì sabato nel pomeriggio dalle 16,00. Per quanto riguarda i nomi glieli scrivo di seguito e se ha bisogno di qualche altra informazione può contattarmi al mio indirizzo email. Castaldi Giovanni, Castaldi Cloe, Lubrano Lavadera Manuela.
            Grazie

          • Manuela says:

            Un'altra informazione: la sede di Mascalzone latino è quella nuova della scuola di vela a via Acton? adiacente al molo beverello?

  6. Manuela says:

    ERRATA CORRIGE: 28/29 maggio, scusate

  7. roberta says:

    Salve, c'è ancora posto per 3 persone per Sabato 28 a Napoli?? verso le 16.30…i nominativi sono : Roberta Crispo, Giuseppe Battaglia e Vittorio la Sala…grazie!

  8. Armando Vecchi says:

    Complimenti Adele per l'iniziativa ed ogni migliore auspicio di buona navigazione a te e tutto l'equipaggio.
    Per i motivi che sai mi sento maggiormente "sensibile" all'esposizione solare e di conseguenza in grado di apprezzare ancora di più questa promozione molto simpatica ed innovativa.
    Facci godere degli effetti benefici del sole; sarebbe davvero un peccato doverci rinunciare!
    Un abbraccioe e, per evitare incoraggiamenti marinareschi un po' più adatti ma troppo volgari, in bocca al lupo,
    Armando

  9. resim upload says:

    You have brought up a very excellent details , thankyou for the post.

  10. Wow, superb blog structure! How long have you ever been running a blog for? you make running a blog look easy. The whole look of your web site is fantastic, well the content material!

  11. francesca says:

    INTERESSANTE INIZIATIVA SOPRATUTTO PER COLORO I QUALI "HANNO ROTTO I RAPPORTI " CON IL SOLE PUR AMANDO MOLTO IL SOLE E IL MARE.
    LA VIT D LA CUI IMPORTANZA ATTUALMENTE SEMBRA MOLTO RILEVANTE E NON SOLO PER IL METABOLISMO OSSEO, SI PRODUCE UGUALMENTE SE LA PELLE É PROTETTA?
    BUON VIAGGIO!

    • admin says:

      Grazie per l’apprezzamento. In merito alla sua domanda, la questione e controversa lavori recenti della letteratura sembrano propendere per una inibizione della fotoconversione della pro-vitamina D da parte di filtri solari e tessuti con fattore protettivo.

  12. Ruggero says:

    Bravi ragazzi complimenti! Mi dispiace non essere riuscito a venire nemmeno in liguria perchè ero pieno di lavoro… però vedere le magliette addosso mi ha gonfiato d'orgoglio per essere stato un pezzettino di questa iniziativa. Ci sentiamo presto….:)

    • admin says:

      Peccato che tu non abbia potuto raggiungerci! Ma ricorda che sei un Dermonauta Fondatore, quindi potrai sempre essere dei nostri!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <font color="" face="" size=""> <span style="">