Polypodium leucotomos: dalla natura un efficace attivo nella fotoprotezione

Molto spesso può capitare che dalla medicina popolare si riescano ad ottenere validi spunti per la ricerca di nuovi principi attivi utili in campo medico e cosmetologico. È questo il caso del del Polypodium leucotomos, una felce tropicale appartenente alla famiglia delle Polypodiaceae, utilizzata per secoli dagli indiani dell’America Centrale come trattamento per i disturbi infiammatori e per altre patologie cutanee. Ad oggi sono stati condotti diversi studi sull’efficacia dell’estratto di questa pianta che nello specifico ha dimostrato di possedere proprietà antiossidanti nonché attività inibitorie dei processi di perossidazione lipidica delle membrane cellulari. Tali proprietà permettono di collocare il Polypodium leucotomos in un vasto range di possibili utilizzi sia in ambito clinico che cosmetico. L’attività antiossidante del suo estratto è dovuta principalmente all’acido ferulico e all’acido caffeico, entrambi coinvolti nel controllo della risposta cutanea all’irradiazione UV e all’infiammazione. A livello dei tessuti il P. leucotomos è in grado di ridurre i processi di angiogenesi e fotocarcinogenesi, migliora l’integrità delle membrane cellulari e favorisce la sintesi di elastina. Questo estratto risulta un promettente attivo dagli effetti fotoprotettivi, ulteriori indagini dovranno essere condotte per quanto riguarda alcune specifiche quali: dosaggio ottimale e durata d’azione da solo o in combinazione con altri filtri solari.

This entry was posted in dermatologia. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <font color="" face="" size=""> <span style="">